italiano | english
 
 
 
 
 
   

Il caffé crudo viene importato direttamente dai paesi di origine (Centro America, Africa, Brasile ed Asia); i sacchi di juta vengono stoccati per un breve periodo in un magazzino specializzato e consegnato direttamente ai nostri stabilimenti di Milano (Italia) e Mendrisio (Svizzera). Ogni sacco viene aperto ed il contenuto viene immesso nel nostro impianto di pulitura che, grazie ad un sistema computerizzato, elimina tutte le impurità presenti nel prodotto d’origine.
Una volta pulito il caffé viene caricato e stoccato nei vari silos dove è previsto un sistema di pesatura elettronico. Successivamente il prodotto è pronto per la tostatura, durante la quale avviene un’ulteriore pulitura con l’aspirazione delle polveri residue.

Durante la tostatura -che avviene in circa 15 minuti ad una temperatura di quasi 200° grazie a 3 tostatrici da 480 kg complessivi- il caffé viene cotto in tamburi di acciaio temperato in cui viene immessa aria calda da bruciatori esterni a controllo elettronico. Tutto il processo di tostatura è costantemente monitorato da operatori specializzati e controllato da un sistema informatico.

Una volta terminata la fase di tostatura si procede al raffreddamento del prodotto che avviene in uno speciale bacile di raffreddamento ad aspirazione forzata d’aria calda in cui il caffé viene mescolato mediante pale meccaniche per circa 10 minuti. Viene in seguito “spietrato”, cioè ulteriormente pulito dagli ultimi eventuali residui impuri con un sistema di aspirazione in funzione del peso specifico del prodotto stesso. Una volta terminata questa fase il caffé viene nuovamente pesato per registrare il naturale calo e, con un sistema di aspirazione d’aria sottovuoto caricato nei vari silos di stoccaggio del prodotto cotto. Qui rimane per alcuni giorni al fine di stabilizzare il prodotto e le sue proprietà.